Skip to content

I Festival

 | Ragusa
 | Bergamo
 | Milano
 | Carrara
 | Gubbio
 | Sarzana
 | Carpi, Modena, Sassuolo
 | Mantova
 | Pescara
 | Milano
 | Trani
 | Venezia
 | Torricella Peligna
 | Firenze
 | Ivrea
 | Aliano
 | Milano
 | Conversano
 | Roma
 | Genova
 | Campobasso
 | Pordenone
 | Procida
 | Salerno
 | Cuneo
 | Ravenna
 | Taormina
 | Torino
 | Lamezia Terme
 | Cagliari
 | Perugia
 | Palermo
BOOKCITY | MILANO

Eventi in programma a BOOKCITY

17-21 novembre 2021

“Quivi è la rosa… quivi son li gigli… al cui odor si prese il buon cammino”. Viaggio olfattivo nel racconto dantesco

La Divina Commedia è il racconto di un viaggio, un viaggio conoscitivo. Magna Pars ha studiato un percorso di profumi, odori e sentori attraverso le tre grandi Famiglie Olfattive dei Legni, Fiori e Frutti che si snoda parallelamente al viaggio dantesco nei tre regni dell’Oltretomba. Come le rime della Divina Commedia, le fragranze, colte dal racconto dantesco, ne determinano il movimento in un crescendo olfattivo ascendente. Un florilegio per i visitatori.

18 novembre: 1200 – 17.00 – 19.00
Magna Pars Hotel
Via Vincenzo Forcella, 6

——-

Convegno internazionale «Ogn’uomo senta:» Dante e la musica – Prima giornata

A cura del Settore Ricerca del Conservatorio di Milano Gabriele Manca

Interventi di apertura. Modera Gabriele Manca Cristina Frosini Direttore del Conservatorio di Milano Roberto Politi Direttore del Conservatorio di Novara Andrea Talmelli Presidente Società Italiana Musica Contemporanea, Fondazione Giorgio e Aurora Giovannini di Reggio Emilia Adriano Bassi Società Dante Alighieri Lombardia Domenico De Martino Dante 2021 Ravenna Claudio Toscani Presidente Società Italiana di Musicologia, Università degli Studi di Milano

18 novembre ore 14.45
Conservatorio di Milano
Sala Puccini
Via Conservatorio 12

——-

“DANTE: Così lontano così vicino”, dialoghi e letture intorno a Dante e alle presenze femminili nella Commedia

Con Finazzer Flory e Bianca Garavelli. In collaborazione con Intesa Sanpaolo

“DANTE: Così lontano così vicino. Questo il titolo del nostro incontro che prende spunto dal libro di Bianca Garavelli edito da Giunti. A 700 anni Dante in effetti appare lontano ma anche mai così attuale così dentro di noi contemporaneo. Ad interpretare il libro con l’autrice accompagnandolo con le letture di alcuni passi tratti dalla Divina Commedia sarà Massimiliano Finazzer Flory. Tema dell’incontro: il viaggio verso Beatrice anche per dare voce alla via femminile della Commedia, via di salvezza e di educazione all’amore.

19 novembre ore 18.30
Santuario di San Giuseppe
Largo Victor de Sabata

——-

Dante’s Jukebox. A riveder… le stelle!

Con Alessandro Pazzi e Lorenzo Vergani. A cura di PontosTeatro

Il jukebox ci evoca ricordi di lontane estati, momenti spensierati passati ad ascoltare e condividere con amici i nostri brani preferiti. La Divina Commedia invece evoca alla maggior parte di noi esperienze meno piacevoli, legate per lo più alla scuola. Con questo spettacolo vogliamo riavvicinare il grande pubblico a Dante, mettendo l’aspetto festoso del jukebox al servizio della geniale inventiva del poeta fiorentino. Sarà infatti il pubblico, attraverso sei spettatori che verranno di volta in volta sorteggiati, a decidere quali canti ascoltare dall’attore presente in scena, scegliendoli da un elenco di 15 proposte. Il tutto avverrà in maniera giocosa: ognuna delle 15 proposte sarà presentata tramite un indizio dietro cui si cela il personaggio che Dante incontra in quel canto. Un modo per sfidare i più colti a riconoscere il personaggio nascosto e per far scoprire agli altri dei canti spesso poco conosciuti. A Riveder… le Stelle! è un modo originale per celebrare i 700 anni dalla scomparsa di Dante, interagendo direttamente con il pubblico per farlo appassionare alla più grande avventura mai raccontata.

19 novembre ore 19.30
Teatro Franco Parenti
Café Roug
Via Pier Lombardo 14, Milano

——-

Da eterna poesia. Un poeta sulle orme di Dante: Clemente Rebora

Con Roberto Cicala. Presentazione di Maurizio Cucchi. Letture di Paolo Zoboli. Musica di Roberto Bassa

Nel VII centenario di Dante si riscopre un poeta milanese che ha fondato il Novecento, Clemente Rebora, tra i «maestri in ombra» di Montale e Pasolini, che ha vissuto la sua esistenza come un inferno (durante la Grande Guerra dove subì un trauma e fu soccorso dall’amore di una donna), poi un purgatorio (alla ricerca di un’identità e di una «scelta tremenda») e infine un paradiso (dopo la conversione e gli ordini religiosi presi in età avanzata, con un calvario fisico e mistico). Tutto è stato vissuto e riletto da Rebora, come nessun altro autore contemporaneo, alla luce della «Divina Commedia», sempre al centro della sua produzione, tanto da lasciare un’edizione del poema con postille in matita rossa e blu a indicare grazia e peccato. Roberto Cicala, da sempre indagatore di carte d’autore, offre un saggio avvincente tra biografia e critica con appendice di inediti, tra cui gli appunti delle sue lezioni su Dante.

19 novembre ore 21
Centro Culturale di Milano
Auditorium
Largo Corsia dei Servi, 4

——-

Il poeta e il giornalista, intervista a Dante

Con Adriano Bassi e Vincenzo Amato. A cura del Comitato di Milano della Società Dante Alighieri.

Il Comitato di Milano della Società Dante Alighieri ha voluto rendere omaggio al Sommo Poeta attraverso una formula particolare, facendo “rivivere” il grande Padre della nostra lingua in un’intervista impossibile. Scritta da Vincenzo Amato (Vicepresidente del Comitato di Milano della Società Dante Alighieri) che interpreterà Dante, intervistato da Adriano Bassi (Presidente del Comitato di Milano della Societá Dante Alighieri) che interpreterà il giornalista. Un ideale viaggio nel tempo.

20 novembre ore 10
Biblioteca Sormani
Sala del Grechetto
via Francesco Sforza 7, Milano

——-

A partire da Dante

Con Adam Vaccaro, Rinaldo Caddeo, Claudia Azzola, Gabriella Galzio, Laura Cantelmo, Luigi Cannillo, Giacomo Graziani, Paolo Quarta e Fausta Squatriti. A cura di Milanocosa

La Presenza di Dante a 700 anni dalla morte. Testimonianze di Autori contemporanei, che a partire da versi o brani danteschi, ne richiamano temi e forme.

20 novembre ore 12.30
Società Umanitaria
Salone degli Affreschi
Via S. Barnaba, 48

——-

Nel mezzo del cammin di nostra vita / mi ritrovai per una selva oscura / ché la diritta via era smarrita. La Divina Commedia di Dante settecento anni dopo. Inferno, Purgatorio e Paradiso raccontati da Luca Sommi

Con Luca Sommi e Claudia Rossi

La Divina Commedia è sogno, racconto, avventura, mistero e altre mille cose. Ma la definizione che sembra mettere tutti d’accordo è questa: il più articolato enigma della storia della letteratura. Se è vero, come si dice, che un classico è tale perché non smette mai di essere attuale, la Divina Commedia non può non esserlo. Anzi, ne rappresenta forse l’esempio più lampante ed emblematico della storia della letteratura. In queste pagine, Luca Sommi ci accompagna lungo questa rilettura della Divina Commedia con chiarezza per spiegare, in sintesi, cosa accade nella più grande opera «mai scritta da un cristiano». Un tributo amorevole e riverente, un libro unico che sorprenderà anche il lettore più esperto.

20 novembre ore 17.30
Biblioteca Sormani
Sala del Grechetto
Via Francesco Sforza, 7