Skip to content

I Festival

 | Ragusa
 | Bergamo
 | Milano
 | Carrara
 | Gubbio
 | Sarzana
 | Carpi, Modena, Sassuolo
 | Mantova
 | Pescara
 | Milano
 | Trani
 | Venezia
 | Torricella Peligna
 | Firenze
 | Ivrea
 | Aliano
 | Milano
 | Conversano
 | Roma
 | Genova
 | Campobasso
 | Pordenone
 | Procida
 | Salerno
 | Cuneo
 | Ravenna
 | Taormina
 | Torino
 | Lamezia Terme
 | Cagliari
 | Perugia
 | Palermo
SALERNO LETTERATURA | SALERNO

L’INFERNO DI FELLINI, TRA DANTE E KAFKA

19 giugno 2021

Prolusione inaugurale di Corrado Bologna
Torna a Salerno Letteratura Corrado Bologna, tra i maggiori filologi romanzi del nostro tempo. Lo fa con una prolusione incentrata sulla lunga fedeltà di Federico Fellini nei confronti di Dante, e in particolare della prima Cantica della Commedia. Dal Viaggio di G. Mastorna, concepito come una sorta di discesa agli inferi e diventato il film mancato per eccellenza nella storia del cinema, a La voce della luna, tratto dal Poema dei lunatici di Ermanno Cavazzoni, Dante è parte sostanziale della materia di cui sono fatti i sogni di Fellini. E, insieme a lui, Franz Kafka. Come, del resto, Leopardi, citato espressamente ne La voce della luna.  

#Inaugurazione